Cronotachigrafi CEE

Questo servizio consiste in un esame tecnico delle attrezzature ed in una istruttoria delle domande di autorizzazione al "montaggio" o "al montaggio ed alla riparazione" di cronotachigrafi da inoltrare, ai fini della concessione, al Ministero delle Attività Produttive.
L'ufficio fornisce poi l'elenco delle officine autorizzate nella provincia di Roma.
Infine l'ufficio provvede alla vidimazione dei registri sui quali le officine autorizzate annotano le operazioni effettuate sui cronotachigrafi, ed esercita un controllo della avvenuta regolarizzazione del cronotachigrafo a seguito di processi verbali elevati per violazioni al codice della strada.

CRONOTACHIGRAFI ANALOGICI

Dal 26/05/2005, data di entrata in vigore del Decreto 11/03/2005, come ulteriormente chiarito dalla circolare ministeriale 05/07/2005 n. 1/2005/DGAMTC il Ministero delle Attività Produttive non rilascia più autorizzazioni ad effettuare operazioni di montaggio, riparazione e revisione di Cronotachigrafi CEE - D.M. 24/05/1979.

Le autorizzazioni rilasciate anteriormente alla entrata in vigore del D.M. 11/03/2005 si intendono limitate alle sole operazioni di riparazioni di tachigrafi costruiti in base all'allegato I del regolamento CEE n. 3821/85 - art. 17 del D.M. 11/03/2005.

La circolare del M.A.P. 05/07/2005 n.1, precisa che non costituisce nuova autorizzazione la variazione di elementi non essenziali da parte delle Ditte già autorizzate anteriormente all'entrata in vigore del D.M. 11/03/2005, quando è garantita la continuità aziendale sotto il profilo delle attestazioni tecniche delle attrezzature già sottoposte ad esame tecnico, rendendo sufficiente la comunicazione alla competente Camera di Commercio che ne curerà l'inoltro al Ministero delle Attività Produttive ai fini dell'annotazione della precedente autorizzazione.

L'ufficio provvede altresì alla vidimazione dei registri sui quali le officine autorizzate annotano le operazioni effettuate ed esercita il controllo dell'avvenuta regolarizzzazione del Cronotachigrafo a seguito di processi verbali elevati per violazione al codice della strada.

CRONOTACHIGRAFI DIGITALI

Il cronotachigrafo digitale è uno strumento che registra i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, e nasce dall’esigenza di sostituire il precedente apparato analogico.
In Italia le competenze relative all’implementazione del cronotachigrafo digitale sono state attribuite dal DM 361 del 31/10/2003, alle Camere di Commercio in qualità di ente competente:

  • per il rilascio delle carte tachigrafiche;
  • per la verifica della conformità degli apparecchi di controllo e delle carte tachigrafiche ai rispettivi modelli omologati;
  • per la verifica della rispondenza delle apparecchiature delle officine e dei montatori autorizzati e la regolarità delle loro attività in sede di montaggio, riparazione, verifica e controllo.

L’11 aprile 2006 è stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale Europea, il Regolamento CE 561/2006.
L’art. 27 rende obbligatoria l’introduzione del cronotachigrafo digitale a partire del 1 maggio 2006, per tutti i veicoli di nuova immatricolazione adibiti al trasporto su strada di merci (di portata superiore all 3,5 tonnellate) e di persone ( veicoli di capienza superiore a 9 posti).


CARTA CONDUCENTE: è di colore BIANCO, richiesta dal conducente, personalizzata con la foto, firma e dati anagrafici dello stesso
CARTA AZIENDA: è di colore GIALLO, richiesta dal titolare o dal legale rappresentante o da una persona da lui delegata, di un'azienda che possieda almeno 1 veicolo equipaggiato con cronotachigrafo digitale.
CARTA OFFICINA: è di colore ROSSO, richiesta dall'officina autorizzata ad operare su cronotachigrafi digitali ed è utilizzata per l'installazione, l'attivazione, la calibrazione e la manutenzione dei tachigrafi digitali.
CARTA CONTROLLO: è di colore blu, è rilasciata alle Forze dell'ordine per effettuare controlli sui cronotachigrafi digitali.

L’UFFICIO COMPETENTE AL RILASCIO DELLE CARTE E’ L’UFFICIO CERTIFICAZIONI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ROMA - VIALE OCEANO INDIANO N. 19 .

AUTORIZZAZIONE DEI CENTRI TECNICI

L'installazione, la riparazione, la taratura e la verifica periodica dei tachigrafi digitali può essere eseguita esclusivamente dai "centri tecnici" preventivamente autorizzati dal Ministero delle Attività produttive

Possono essere autorizzati in qualità di Centri Tecnici i seguenti soggetti regolarmente iscritti al Registro delle Imprese:

a) fabbricanti e rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di veicoli con impianti di produzione in Italia, sui cui veicoli vengono montati tachigrafi digitali;

b) fabbricanti di carrozzerie per autobus e autocarri, nelle cui carrozzerie vengono montati tachigrafi digitali.

• Questa tipologia di imprese qualora svolga eslusivamente l’attività di montaggio e di attivazione dei tachigrafi digitali deve inoltrare la domanda per il rilascio della relativa autorizzazione direttamente al Ministero delle Attività Produttive e per conoscenza alla Camera di Commercio competente.

• Qualora oltre all’attività di primo montaggio e attivazione dei tachigrafi digitali intende svolgere anche i controlli periodici, inclusa la determinazione degli errori e la riparazione deve richiedere l’autorizzazione al Ministero delle Attività Produttive per il tramite della Camera di Commercio che predispone l’istruttoria e verifica l’esistenza dei requisiti tecnici previsti ai punti 1 e 2 dell’allegato al D.M. 11/3/05.

c) i fabbricanti e i rappresentanti legali di fabbricanti extracomnunitari di tachigrafi digitali nonché le officine concessionarie;

d) le officine di riparazione di veicoli nel settore meccanico o elettrico.

• Questa tipologia di imprese per svolgere i controlli periodici, inclusa la determinazione degli errori e le riparazioni deve richiedere l’autorizzazione al Ministero delle Attività Produttive per il tramite della Camera di Commercio che predispone l’istruttoria e verifica l’esistenza dei requisiti tecnici previsti ai punti 1 e 2 dell’allegato al D.M. 11/3/05.
Un ulteriore requisito che i Centri Tecnici che intendono svolgere i controlli periodici, inclusa la determinazione degli errori e le riparazioni devono possedere è la certificazione ISO 9001:2000 rilasciata da un organismo accreditato a livello nazionale o comunitario in base alla norma EN 45012 :1998.

Il possesso di questo requisito, non indispensabile nella fase di prima autorizzazione, deve essere dimostrato al momento del primo rinnovo.

Sul certificato ISO 9001 deve essere presente l’attività di taratura e prova di apparecchi di controllo di misura.

L’autorizzazione ai centri tecnici è specifica per i tachigrafi digitali di ciascun fabbricante.
Potranno pertanto coesistere, per uno stesso centro tecnico, più autorizzazioni relative a tachigrafi prodotti da fabbricanti diversi.

L’autorizzazione ha durata di un anno ed è rinnovabile a condizione che sussistano i requisiti previsti.

Unioncamere provvede a formare e rendere pubblico l'elenco dei centri tecnici autorizzati sulla base di comunicazioni inviate dal Ministero; a tal fine i centri tecnici hanno l'obbligo, tramite le Camere di Commercio di comunicare al Ministero le variazioni intervenute e, se del caso, il Ministero invita il soggetto richiedente a presentare una nuova domanda di autorizzazione.
L'elenco è liberamente consultabile dal pubblico. I Centri tecnici sono tenuti alla redazione di un registro conforme a quanto previsto al punto 4 del Decreto del Ministero delle Attività produttive 11/03/2005, realizzato anche con procedure informatiche, su cui annotare gli interventi tecnici eseguiti; custodiscono anche un altro registro sul quale vengono annotati gli smarrimenti ed i furti nonché le comunicazioni e le eventuali denunce presentate

DESTINATARI DEL SERVIZIO

Per i Cronotachigrafi analogici:

officine autorizzate in base al D.M. 24/05/1979.

Per i Cronotachigrafi digitali:

possono essere autorizzati in qualità di centri tecnici i seguenti soggetti:

a. Fabbricanti e rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di veicoli con impianti di produzione in Italia sui cui veicoli vengono montati taghigrafi digitali

b. Fabbricanti di carrozzerie per autobus e autocarri nelle cui carrozzerie vengono montati tachigrafi digitali;

c. Fabbricanti e rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di apparecchiature di controllo, nonché le officine concessionarie;

d. Le officine di riparazione dei veicoli nel settore meccanico o elettrico.

I soggetti di cui alle lettere a) e b) (fabbricanti di veicoli e carrozzerie) sono autorizzati a condizione che siano iscritti nel registro delle imprese per le attività di montaggio e attivazione di cronotachigrafi; inoltre essi potranno richiedere di svolgere anche i controlli periodici, compresa la determinazione degli errori e le riparazioni. I soggetti che richiedono di poter svolgere i controlli periodici, compresa la determinazione degli errori e le riparazioni, oltre che essere iscritti al Registro delle Imprese, dovranno disporre di un sistema di garanzia della qualità certificato (nel quale sia presente l'attività di taratura e prova di strumenti di misura) e dovranno soddisfare i requisiti tecnici indicati nell'allegato al decreto.

COSA FARE PER ACCEDERE AL SERVIZIO

Per i Cronotachigrafi analogici:

comunicazione, in bollo, della variazione della Ditta corredata dalla documentazione attestante la continuità aziendale sotto il profilo delle attestazioni tecniche delle attrezzature.

Per i Cronotachigrafi digitali:

  • domanda,in bollo, intestata al Ministero delle Attività Produttive per il tramite della Camera di Commercio di Roma.
  • domanda, in carta semplice, intestata alla Camera di Commercio di Roma per la richiesta della verifica dei requisiti tecnici di cui all’allegato del D.M. 11 marzo 2005.

COSTI DEL SERVIZIO

Per i Cronotachigrafi analogici:

per la comunicazione della variazione inerente l'autorizzazione alla riparazione di cronotachigrafi:

  • modulo di richiesta in bollo ( 1 marca da bollo da Euro 14,62)
  • sopralluogo presso l'officina per la verifica delle attrezzature  previo versamento in c/c n.22837009, intestato alla Camera di Commercio di Roma, Via De Burrò 147, rispettivamente di € 5,00  o  € 8,00 a seconda che l'officina sia ubicata in Roma o in comuni della provincia.

La vidimazione del registro è soggetta all'imposta di bollo e al versamento di Euro 10,00 per diritti di segreteria da versare sul c/c n.22837009, intestato alla Camera di Commercio di Roma, Via Dè Burrò 147. 

E' necessaria l'annotazione, sui registri in uso, del nuovo provvedimento ministeriale.

Per i Cronotachigrafi digitali

le imprese, con sede nella Provincia di Roma, richiedenti la prima autorizzazione dovranno effettuare il versamento di:

  • Euro 370,00  sul conto corrente n. 22837009 intestato a Camera di Commercio di Roma con la causale: richiesta di autorizzazione per centro tecnico;

per il rilascio delle successive autorizzazioni è previsto il versamento di: 

  •  Euro 260,00  da effettuarsi con le stesse modalità precedentemente descritte.

per il rinnovo annuale è previsto il versamento di: 

  • Euro 185,00 da effettuarsi con le stesse modalità precedentemente descritte.

per il sopralluogo presso il centro tecnico è previsto il versamento di:

Acquisto di una marca da bollo di Euro 4,62 da applicare sul modulo della richiesta di autorizzazione 

MODELLI E ALLEGATI

Documento Acrobat Variazione dell'autorizzazione al montaggio o al montaggio e alla riparazione di cronotachigrafi CEE [106,28 Kb]
Documento Acrobat Richiesta di sopralluogo [75,02 Kb]
Documento Acrobat Richiesta autorizzazione MAP [81,96 Kb]
Documento Acrobat Richiesta autorizzazioni centri tecnici [105,45 Kb]
Documento Acrobat Richiesta estensione autorizzazione centri tecnici [85,92 Kb]
Documento Acrobat Domanda di rinnovo - Centri di primo montaggio [76,51 Kb]
Documento Acrobat Domanda di rinnovo - Attivita' completa [96,2 Kb]

Scarica il software per visualizzare i documenti

RIFERIMENTI

Ufficio: Servizio Metrico

Referente: Sig. Angelo Ruggeri

Indirizzo: Via Capitan Bavastro 116 - 00154 Roma

Orari: Lunedì e Mercoledì dalle 8.45 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 15.00 - prefestivi fino alle 12.30

Telefono: 800 800077 - 0652082816 - 0652082812

Email: ufficio.metrico@rm.camcom.it